Site logo

Unità Pastorale di Campagnola e Cognento


Nella speranza siamo stati salvati
Salmi

Il sacramento della nostra vita

il_sacramento_della_vita


Sac. Carlo Sacchetti

Eccoci giunti alla fine dell’intervista con un’ultima domanda sulla preghiera.

*******************


Pongo al Papa un'ultima domanda sul suo modo di pregare preferito. «Prego l'Ufficio ogni mattina. Mi piace pregare con i Salmi. Poi, a seguire, celebro la Messa. Prego il Rosario. Ciò che davvero preferisco è l'Adorazione serale, anche quando mi distraggo e penso ad altro o addirittura mi addormento pregando. La sera quindi, tra le sette e le otto, sto davanti al Santissimo per un'ora in adorazione.
Ma anche prego mentalmente quando aspetto dal dentista o in altri momenti della giornata».
«E la preghiera è per me sempre una preghiera "memoriosa", piena di memoria, di ricordi, anche memoria della mia storia o di quello che il Signore ha fatto nella sua Chiesa o in una parrocchia particolare. Per me è la memoria di cui sant'Ignazio parla nella Prima Settimana degli Esercizi nell'incontro misericordioso con Cristo Crocifisso. E mi chiedo: "Che cosa ho fatto per Cristo? Che cosa faccio per Cristo? Che cosa devo fare per Cristo?". È la memoria di cui Ignazio parla anche nella Contemplatio ad amorem, quando chiede di richiamare alla memoria i benefici ricevuti. Ma soprattutto io so anche che il Signore ha memoria di me. lo posso dimenticarmi di Lui, ma io so che Lui mai, mai si dimentica di me. La memoria fonda radicalmente il cuore di un gesuita: è la memoria della grazia, la memoria di cui si parla nel Deuteronomio, la memoria delle opere di Dio che sono alla base dell'alleanza tra Dio e il suo popolo.
È questa memoria che mi fa figlio e che mi fa essere anche padre».

*******************


Sappiamo che ciò che rende credibili le nostre parole è la vita. Dopo aver parlato dell’importanza della preghiera il Papa ci racconta la sua preghiera.
Prima di tutto penso sia importante sottolineare come la preghiera aiuti il Pontefice a riconoscere le tracce della presenza di Dio nella sua vita, e nella storia in generale. La vera preghiera non porta ad un’evasione dal reale, ma permette di entrarci ancora di più, proprio perché aiuta a coglierne il senso profondo.

Continua…
Comments